Partner del progetto

Università degli studi di Milano-Bicocca

http://www.unimib.it

Il team scientifico dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca (Dipartimento di Biotecnologie e Bioscienze) è composto da circa 50 docenti del corso di laurea in Biotecnologie e in Scienze Biologiche, insieme al personale amministrativo e tecnico. Il Dipartimento, fondato nel 1999, combina molte competenze diverse sia nel campo della ricerca di base che della ricerca applicata, investigando nel settore delle biotecnologie industriali, delle bio-strutture, dei bio-sistemi e dei processi biologici. All’interno del Dipartimento di Biotecnologie e Bioscienze è presente un’infrastruttura dedicata alle biotecnologie chiamata “Biotechnicum” (Bicocca Biotechnicum Center, BBC),  finalizzato allo sviluppo di ceppi industriali brevettabili, allo studio di fermentazioni e di processi di bioconversione per la produzione di proteine, metaboliti ed enzimi.

Il Centro è attrezzato con diverse unità fermentative e strumentazioni per il recupero a valle dei prodotti. Il team di lavoro MYSUSHI è stato impegnato per più di 20 anni nella produzione di proteine ​​eterologhe, nella produzione di fine e bulk chemicals, compresi i biocarburanti, a partire da lieviti e batteri metabolicamente ingegnerizzati,. Hanno partecipato al European FP VII, NEMO (Novel high performance enzymes and micro-organisms for conversion of lignocellulosic biomass to bioethanol) e al BIOGESTECA, un progetto nazionale per la produzione di biocarburanti a partire da biomasse rinnovabili).

Un altro laboratorio di ricerca del Dipartimento di Biotecnologie e Bioscienze è lo ZooPlantLab® (http://www.zooplantlab.btbs.unimib.it) coordinato da Massimo Labra e Maurizio Casiraghi. Il laboratorio è dotato di una piattaforma genomica per l’analisi di matrici alimentari (cibi freschi, prodotti trasformati, alimenti per animali) e strumenti chimici per la caratterizzazione degli ingredienti/contaminanti presenti nei prodotti alimentari. Grazie a questa piattaforma il gruppo di ricerca di ZooPlantLab® ha sviluppato diversi progetti di ricerca sulla qualità dei prodotti alimentari, in collaborazione con le autorità regionali, nazionali e internazionali (Stati Uniti d’America, Iran, Spagna) o con soggetti privati ​​(Coop, Coldiretti).

Università degli Studi dell’Insubria

L’Università degli Studi dell’Insubria (Varese) è stata fondata nel 1998; il partner di progetto è l’Unità di Ricerca in Scienze e Tecnologie del Dipartimento di Biotecnologie e Scienze della Vita animali (DBSV). Il reparto è composto da 53 scienziati affiliati in 3 diverse aree di ricerca (ossia la biologia, le biotecnologie e la biomedicina), tra cui la sezione di Scienze e Tecnologie Biologiche, con la presenza di 23 scienziati.

L’Unità di Ricerca in Scienze e Tecnologie Animali offre studi sull’acquacoltura con approcci biotecnologici, molecolari e nutraceutici. Le strutture di ricerca comprendono una fattoria pilota con ricircolo dell’acqua: il volume totale del sistema è di 25 m3. Altre facilities dell’Unità di ricerca di Scienze e Tecnologie Biologiche sono distribuite in una serie di laboratori dotati di attrezzature per istologia, microbiologia, genomica funzionale e proteomica.

L’esperienza scientifica nel campo della nutrizione del pesce è documentata da numerose collaborazioni e progetti internazionali. Il gruppo di ricerca dell’Università degli Studi dell’Insubria ha inoltre sviluppato programmi e le tecnologie di ricerca in collaborazione con le aziende di acquacoltura. L’Università dell’Insubria collabora con diversi allevamenti ittici italiani ed europei; per esempio in Lombardia il gruppo lavora insieme alla maggior parte dei più grandi allevamenti di trote per migliorare la qualità del pesce.

FEM2-Ambiente

http://fem2ambiente.com/it/

FEM2-Ambiente nasce nel 2010 come Spin-off dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca ed opera prevalentemente nell’ambito della ricerca e sviluppo nel settore delle biotecnologie, con una attenzione costante agli aspetti ambientali. L’azienda affonda le sue radici nella ricerca Universitaria e opera con lo scopo di trasferire  i risultati ottenuti in servizi e prodotti concreti, efficienti e innovativi. FEM2-Ambiente attualmente si occupa dell’erogazione di servizi  in diversi settori e  si presenta al mercato anche come partner fondamentale per aiutare i propri clienti a risolvere problematiche non convenzionali attraverso attività di ricerca e sviluppo avanzata, avvalendosi di esperti in varie discipline e grazie ad un’ampia rete di partner istituzionali e aziendali.